La globalizzazione passa su un pulmino arancione

pulmino arancione

Un pulmino arancione ha attraversato, lo scorso week-end, la provincia di Vicenza. Al suo interno dieci designer internazionali (Bethan, Fabien, Harry, Lucia, Ludwig, Oscar, Pedro, Rita, Victoria, Will, , il gruppo AUT) capitanati da Martino Gamper e venuti in Italia (attraverso il progetto Valore Artigiano) per conoscere artigiani preparati e per toccare con mano la qualità delle loro tecniche realizzative. Invece di visitare ristoranti o musei, i designer hanno dedicato il loro tempo a viaggiare tra capannoni e aree artigianali, incuriositi da tutto questo fare che si nasconde dietro a strutture prefabbricate e a grigi pannelli di cemento. In pochi giorni hanno visto da vicino la lavorazione della ceramica, del legno, della pelle, dei metalli, del marmo e della pietra di Vicenza, e della stampa e, se ce ne fosse stato il tempo, avrebbero visitato le molte altre specializzazioni artigianali presenti sul territorio.

pietro viero

Gli artigiani (Alberto, Davide, Gianluigi, Giannino, Giuseppe, Lisa, Luigi, Sandro, Renato, Paolo, Pietro)  hanno reagito bene a questa pacifica invasione. Hanno aperto, anche di domenica, le porte dei loro laboratori e si sono messi a disposizione della curiosità dei designer. Quello che inizialmente poteva sembrare una barriera comunicativa e culturale, l’inglese, è stata presto superata. Dopo i primi momenti “difficili” (gli artigiani non sono abituati a raccontare in pubblico quello fanno) si è subito creata un’intesa fondata sulla passione per il fare. I designer hanno fatto mille domande, hanno chiesto chiarimenti sulle tecniche di lavorazione, hanno fatto foto e preso appunti. Gli artigiani, forse un po’ sorpresi da tanta attenzione, hanno risposto fornendo indicazioni molto dettagliate.

La sensazione per chi ha osservato questo incontro è la grande complementarietà che esiste tra il mondo del design e quello dell’artigianato. I designer vivono nelle principali capitali del mondo, sono in grado di interpretare le richieste dei mercati, hanno la creatività per immaginare nuovi prodotti. Gli artigiani dominano le tecniche di produzione, hanno la passione e la cura per il dettaglio, conoscono le caratteristiche dei materiali. Gli uni hanno bisogno degli altri. I designer hanno bisogno degli artigiani non solo per realizzare i progetti ma anche per migliorarli attraverso i suggerimenti di chi ha molta esperienza sul campo. Gli artigiani hanno bisogno della creatività dei designer e della loro capacità di intercettare il gusto dei consumatori sui mercati internazionali.

L’esperienza di questo incontro ci fa capire due cose:

  • la prima è l’interesse che il mondo (in questo caso i designer) ha per la qualità artigianale italiana: in nessun altro paese si riscontra una così alta concentrazione e diffusione di pratiche artigianali sul territorio, sicuramente queste competenze non si trovano nelle grandi capitali internazionali;
  • la seconda riguarda le modalità attraverso le quali gli artigiani si possono globalizzarsi: non solo prendendo aerei e girando il mondo, ma anche aprendo le porte di casa propria, trasformando i laboratori in luoghi di incontro.

La globalizzazione può anche passare su un pulmino arancione.

Marco

Share
Questa voce è stata pubblicata in Varie. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

One Response to La globalizzazione passa su un pulmino arancione

  1. Arianna dicono:

    Ho visto su un sito questa notizia… Posto che il servizio è funzionale e l’iniziativa decisamente lodevole, mi chiedo però come mai, per i disabili e in genere per il sociale, si producano prodotti sempre così poco estetici. se i designer colonizzassero anche queste terre inesplorate, penso farebbero fortuna! Anche da un punto di vista “umano”, una persona svantaggiata, se salisse a bordo di un mezzo più “cool”, si sentirebbe meno sfortunata.
    Questa è la mia piccola opinione, spero di non aver offeso nessuno e di non risultare irriverente verso temi delicati come la disabilità

    http://www.lanazione.it/pistoia/cronaca/2012/09/26/777781-auser_mobilita_gratuita_arriva_mezzo_trasporto_anziani_disabili.shtml

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *