Officine Formative scommette su una generazione di start up (creative e artigianali)

L’albergo diffuso Sextantio di Matera è stato più volte segnalato dal New York Times come uno dei migliori del mondo. Le sue stanze sono scavate nei “sassi”. Stanze uniche, tutte diverse l’una dall’altra. Il restauro è stato avviato grazie all’incontro fra Margaret Berg, appassionata dei “sassi”, e l’imprenditore Daniele Kihlgren: i due hanno accettato la sfida di coinvolgere i più bravi artigiani di Matera per riportare al contemporaneo spazi che a lungo considerati inabitabili. Un progetto di successo, che ha scommesso su una mescola originale di cultura, design e lavoro artigiano con un budget sostanzialmente contenuto.

Schermata 03-2456368 alle 23.45.46

E se fossero questi gli ingredienti delle start up del futuro?

Officine Formative (Intesa Sanpaolo) ci crede. Il progetto formativo di Banca Intesa finalizzato allo sviluppo di impresa vuole investire proprio in questa direzione. A breve a Matera sarà lanciato il primo percorso formativo per start up nel settore della creatività e della cultura. L’obiettivo è quello di dare qualità a progetti imprenditoriali che puntano a valorizzare cultura e saper fare locale attraverso il confronto con il design e la comunicazione. I moduli del corso sono simili a quelli dei corsi per le start up, con una grande attenzione allo sviluppo delle idee e del prototipo; il business plan viene ultimo.

Durante la riunione di presentazione in molti hanno chiesto a Roberto Battaglia (Formazione Intesa Sanpaolo) come chiameremo queste nuove realtà. Con l’espressione start up vengono indicate di solito aziende legate al mondo della ricerca di base e del digitale. La legge approvata di recente dal governo Monti prevede la presenza di ricercatori qualificati e un mandato statutario vincolante. In generale, per molti analisti economici una start up deve avere disporre di un potenziale di “scalabilità” che tanto giova alla crescita del valore finanziario delle imprese. E’ molto probabile che l’hotel Sextantio non rientri nel modello.

In realtà oggi l’incontro fra ricerca di base e finanza non è più l’unica priorità della nostra economia. Nemmeno la scalabilità di cui sopra. Se le aziende riescono ad arrivare alla borsa, tanto meglio. Oggi abbiamo bisogno di rimettere in moto un’economia e una società che deve porre al centro dell’attenzione il lavoro, soprattutto quello dei giovani. Difficile trovare un nome adeguato per questa nuova imprenditorialità, ma la novità c’è e va presa sul serio.

Il corso proposto da Officine Formative è parte di un progetto territoriale ambizioso. I progetti selezionati non esauriranno la loro esperienza materana nel ciclo delle lezioni delle Officine. Diversi fra loro avranno la possibilità di consolidare il loro progetto nell’incubatore (nella foto qui sotto) che dovrebbe aprire a breve proprio nella zona dei sassi.

Schermata 03-2456369 alle 09.13.55

Uno spazio sorprendente per progetti che meritano di essere raccontati (e magari replicati) in tutta Italia.

s.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Varie. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *