Nerio Alessandri è più figo di Marchionne

Bill Clinton torna in Italia per parlare ad una conferenza organizzata da Technogym, azienda di Cesena, leader mondiale nelle attrezzature per palestre (e visto che c’è allunga e vede anche Renzi). Mi ricordo che negli anni 90, in piena campagna elettorale per la presidenza americana, venne in Veneto per conoscere da vicino il modello dei distretti industriali. Colpisce che dopo trent’anni le ragioni per un personaggio del calibro di Clinton per visitare il nostro paese siano in un modo o nell’altro legate alla manifattura. Certo una manifattura riveduta e corretta da forti dosi di innovazione. Technogym ha investito molto in ricerca, ma il suo business funziona perchè ha saputo incorporare innovazione tecnologica in delle macchine che sono oltre che funzionali anche belle e comode (hanno i sedili di pelle Frau). Peccato che in Italia non riusciamo a prendere atto di questa realtà e ci perdiamo in inutili ed interminabili dibattiti sull’insostenibilità economica della manifattura. Per una Fiat ci sono mille Nerio Alessandri (il fondatre di Technogym). Perchè parlare sempre della solita industria (la produzione di automobili) quando abbiamo incredibili storie di successo di cui occuparci che non riescono mai ad acquistare la ribalta che meriterebbero?

Marco

Questa voce è stata pubblicata in Varie. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

4 Responses to Nerio Alessandri è più figo di Marchionne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *