Il fattore AI – Artigianato Industriale

Esce oggi (domenica 21 febbraio) in allegato al corriere della sera l’Innovetion Valley magazine dedicato al fattore AI. Non spaventatevi: non si parla di fantomatici supercomputer dotati di intelligenza umana, nemmeno di viaggi nello spazio profondo. AI vuol dire più semplicemente Artigianato Industriale, parla di uomini e della loro creatività che passa tanto per la testa quanto per le mani. Si potrebbe pensare ad un ossimoro. Artigianato ed industria sono stati per anni agli antipodi. Anzi con la modernità, l’industria si rappresenta come superamento della dimensione artigianale. Invece scopriamo che il “sapere fare” con le mani (Artigianato), quando non rimane fine a se stesso, può diventare fondamentale all’interno del processo di innovazione (Industriale). Non più quindi in contrapposizione, ma in sinergia.

I casi presentati nel magazine evidenziano le potenzialità di questo abbinamento e la sua rilevanza per la competitività del made in Italy.

Stefano ed io ci siamo divertiti a scrivere i pezzi introduttivi del magazine. Se avete perso il numero potete leggerli qui
Stefano – Artigiani nel Contemporaneo
Marco – Artigiani nell’economia della creatività

Marco e Stefano

Share
Questa voce è stata pubblicata in Innovazione, Nuove identità, Varie e taggata come , , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

One Response to Il fattore AI – Artigianato Industriale

  1. Paolo dicono:

    Mi accorgo solo ora di questo articolo: “Le scuole d’arte e i mestieri da salvare” di Dario di Vico.

    http://generazionepropro.corriere.it/2010/04/professioni_le_scuole_darte_e.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *