Arte come sperimentazione

Miuccia Prada ha racconto al sole24ore (edizione del 3 luglio) il suo rapporto con l’arte tracciando il bilancio delle attività della Fondazione Prada, fondata nel 1993 e che si è distinta per numerose iniziative sul fronte artistico con artisti di livello mondiale come Rem Koolhas, Herzog e de Meuron, ecc. Alcuni passaggi dell’intervista meritano di essere ripresi: “No, non mi vedo proprio come mecenate: non faccio questo cose per essere brava ma perché mi interessano”. “ L’arte è un modo per allargare gli orizzonti, per cercare di capire, per scoprire forme in cui ci siano elementi di novità.” E’ in altri termini un modo per fare ricerca e sviluppo nella moda, per elaborare nuove idee. Non sono tanto i vernissagge od i grandi eventi le cose essenziali ma la capacità di trasformare l’arte in un’esperienza quotidiana. “Nei primi anni la fondazione per noi era una ricerca puramente culturale, una forma di apprendimento. Ora è diventata la mia vita”.

Questa voce è stata pubblicata in Varie. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

One Response to Arte come sperimentazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *