Log607 vince il premio per l’Innovazione dei servizi

Per una volta, il Nord Est manifatturiero si smentisce. Tomas Barazza, a capo di Log607, ha ricevuto qualche giorno fa dalle mani del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il premio nazionale per l’Innovazione dei Servizi. Log607 non produce mobili, non fabbrica macchine per il taglio della lamiera. No. Log607 ha proposto nuove “modalità non solo innovative ma anche ludiche ed originali di costruzione degli itinerari turistici e di scoperta dei luoghi visitati” (così recita la motivazione del premio).

In concreto, Log 607 ha prodotto una collana di guide non convenzionali (Whaiwhai) per scoprire i segreti delle città. Chi legge le guide diventa protagonista di avventure più o meno misteriose da cui ci si trae di impaccio risolvendo enigmi via sms. E’ possibile girovagare per Venezia, Verona, Firenze e Roma scoprendo leggende e aneddoti che riguardano luoghi più o meno noti. Un servizio destinato ai turisti, certamente, ma anche a quei residenti che vogliono riscoprire i luoghi della propria vita quotidiana.

Una proposta di nicchia per pochi appassionati? Una decina di anni fa, quando partì il fenomeno Fantacalcio erano in pochi a scommettere sulla possibilità che un gioco percepito come un po’ macchinoso potesse diventare un successo di massa (come poi è stato). Spero che i libri/guide/giochi pensati da Tomas Barazza abbiano anche più fortuna.

Stefano

Share/Save
Questa voce è stata pubblicata in Digital Worlds, web 2.0, Eventi, Innovazione e taggata come , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

5 Responses to Log607 vince il premio per l’Innovazione dei servizi

  1. andrea casadei ACK dicono:

    bravissimi !!!

    conosco il gioco ( the ruiy) da cui son partiti ed è una fucina di talenti veneto/veneziani ( a cominciare da alberto toso fei)

    vanno aggiunte due cose:
    1- log607 nasce nell’incubatore Hfarm, altra splendida scommessa veneta di Alberto Donadon

    2- come tutte le belle avventure “incubate” log607 è appena stata acquisita dalla Marsilio di cesare de michelis che dimostra di essere attento alle novità di casa nostra oltre ai blockbuster di larsoon…

    dimostra anche che c’è vita imprenditoriale su venezia oltre alle giostre dell’arte contemporanea, ma questa è un’altro tema…

    😉

  2. cf dicono:

    Errata corrige: Riccardo Donadon

  3. stefanom dicono:

    e oggi sull’inserto Affari e Finanza si sono meritati una bella mezzapagina!
    complimenti!

  4. luciano dicono:

    Dal punto di vista commerciale e’ un business fallimentare e le guide non si ripagano quasi I costi di stampa e distribuzione. Hfarm continua ad avere delle ottime PR e parecchi appoggi politici, ma gli imprenditori da premiare sarebbero quelli che producino davvero valore ed idee vincenti.

  5. tomas barazza dicono:

    caro luciano, sarei curioso di sapere su che dati e informazioni ti basi per definire fallimentare il business. non che mi dispiaccia poi tanto immaginare che qualcuno si prenda la briga di analizzare quello che facciamo, anzi.
    più per curiosità perchè non ricordo di avere mai condiviso con te il nostro business plan. l’ho fatto invece con marsilio e rcs: il risultato è che hanno deciso di investire nell’azienda.
    se invece di valutare il piano invece metti a confronto costi di sviluppo e startup con i ricavi della fase prototipale che stiamo attraversando, beh allora… credo che definiresti fallimentare anche youtube e facebook o qualunque altra iniziativa che investe per innovare e affermarsi (non solo aziende internetiche per capirci, con questo criterio avresti definito fallimentare anche tim e omnitel nei primi anni di vita “con i soldi del traffico non si ripagano i costi delle antenne…”).

    lascio a h-farm invece un commento sulla tuo nota nei loro confronti. mi limito solo a farti notare che saper proporre bene le aziende da molti punti di vista incluso le pr e il network è sicuramente un valore che tutti i venture capitalist validi sanno fare e fanno molto bene.

    magari questo scambio diventerà un’occasione per conoscerci grazie alla quale io potrò beneficiare dei tuoi validi suggerimenti e tu potrai commentare in modo meno superficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *