United We Stand

Lunedì è partito il progetto United We Stand. UWS è prima di tutto un graphic novel a puntate sceneggiato da Simone Sarasso e disegnato da Daniele Rudoni. Le sei uscite bimestrali di UWS saranno disponibili su Lulu.com a partire dalla fine di questo mese. Negli ultimi sei mesi ho aiutato Simone e Daniele nello sviluppo della dimensione online del progetto. La carica narrativa di UWS non si esaurisce sulla carta: sul portale ogni settimana saranno pubblicati racconti tangenziali, materiali collaterali, file “confidential” che contribuiscono ad arricchire la storia (è per questo che la definizione di UWS è attualmente di graphic net novel). Dopo l’uscita del numero 1 di UWS, il sito sarà il luogo nel quale i lettori stessi contribuiranno attivamente ad ampliare la narrazione di UWS attraverso le loro tavole, le loro storie, i file mp3. UWS ha anche un blog-officina nel quale si racconterà il making of del progetto discutendone con i lettori e con il popolo della rete.
UWS è più di un semplice fumetto. E’ una scommessa sul futuro del raccontare storie e sulla trasformazione dell’editoria e delle sue logiche di funzionamento. La scommessa si basa sulle seguenti convinzioni:

  1. La rete e la convergenza resa possibile dal digitale oggi paiono trasformare il mestiere dello scrittore: raccontare una storia oggi non significa solo scrivere delle pagine, ma immaginare esperienze ed universi narrativi complessi ed articolati, fatti di parole, immagini, suoni. Al lettore si richiede di muoversi, se si appassiona: leggere un libro, seguirne le espansioni in rete, contribuire attivamente alla crescita dell’immaginario scritto o disegnato su carta. Di volta in volta autori ed editori penseranno in termini di progetti a cavallo tra diversi media mettendo in rete competenze e professionalità diverse. Le chiamerei imprese o reti narrative;
  2. Internet è un laboratorio di ricerca e sviluppo. Il progetto UWS è un progetto innovativo per diversi aspetti: non è propriamente un romanzo, non è neanche un fumetto a tutti gli effetti. Difficile prevederne il mercato, ancor più difficile proporlo ad un editore. La rete rappresenta un laboratorio di ricerca e sviluppo rilevante per progetti come questo: publishing on demand (Lulu.com) e promozione in rete abbattono sensibilmente i costi di start-up e permettono di testare il mercato potenziale del progetto;
  3. Promozione: senza svelare troppo, UWS intende anche testare le capacità effettive di promozione della rete internet per capire quanto e come influiscono i blog, i servizi di segnalazione, i motori di ricerca nella promozione di un prodotto editoriale. Chiaramente tutte informazioni che possono tornar utili non solo al team di UWS ma all’editoria in generale.

Seguiremo da vicino l’evoluzione del progetto. Stay tuned!

Vladi

Questa voce è stata pubblicata in Creatività e design, Digital Worlds, web 2.0. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

10 Responses to United We Stand

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *