Pensieri sulla letteratura

La scorsa settimana si è fatto un gran parlare di copyright e musica in seguito alla lettera aperta di Steve Jobs. Ma che cosa succede, per esempio, nella letteratura?
Il caso del collettivo italiano di scrittori Wu Ming rappresenta un punto di partenza interessante per capire quali spazi ci siano per ripensare il diritto d’autore e le prospettive della letteratura. Ciascun libro scritto dal collettivo bolognese è liberamente scaricabile dal loro sito, gli stessi autori concedono possibilità di adattamento e produzione di lavori derivati dalle loro opere e sostengono, dati alla mano, che le vendite dei loro libri paiono non essere minacciate dalle libertà concesse ai lettori. Anzi pare che aumentino. Il perché è presto detto: scaricando dal sito un libro posso “assaggiarlo” prima di comprarlo. Se mi piace, lo leggerò gratis ma ne regalerò copie ad amici e parenti. Non bastasse, l’intensa attività di relazione e comunicazione che i Wu Ming intrattengono con i loro lettori ha dato vita ad una “fidelizzazione” molto forte e ad un discorso culturale innovativo che porta i “fan” del collettivo a comprare le loro nuove uscite e ad alimentare il passaparola. Se ad utilizzare e distribuire i libri di Wu Ming sono editori – come Einaudi – o produttori di film interessati a portare sullo schermo delle loro storie, quindi soggetti che hanno fini di lucro, il collettivo si fa pagare: percentuali sulle copie vendute ed accordi sullo sfruttamento delle loro opere.
L’esperienza dei Wu Ming suggerisce che il mestiere dello scrittore sta cambiando: non basta più saper scrivere bene, ma è necessario dialogare con i lettori tra l’uscita di un romanzo e l’altra e farsi imprenditori. La rete offre allo scrittore diverse opportunità: è un canale fondamentale di promozione e di distribuzione di idee che crea nuovi mercati e permette di arrivare a nuovi lettori ma è anche un immenso laboratorio di ricerca e sviluppo, in cui insieme ai lettori è possibile creare idee e storie.

Questa voce è stata pubblicata in Innovazione. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

11 Responses to Pensieri sulla letteratura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *